Oggi apre ufficialmente al pubblico Fico Bologna, ovvero la Fabbrica Contadina Italiana dedicata alle eccellenze del cibo Made in Italy. Gico Systems l’ha visitata in anteprima.


Nata 5 anni fa, Fico Bologna è un grande progetto agroalimentare, concretizzatosi però solo un paio di anni fa a seguito della sua presentazione a Expo 2015.

I lavori per la costruzione di Fico sono quindi stati realizzati in tempo record, la posa della prima pietra risale infatti ad inizio 2016. Da lì, i 100mila metri quadrati dei quali dispone il parco tematico sono stati convertiti a campi, stalle, cultivar, produzioni alimentari e punti ristoro. Ecco alcuni numeri di Fico Bologna:

  • 2 ettari di campi
  • 8 ettari di superficie coperta
  • 2mila orti “cultivar”
  • 200 animali presenti nelle stalle
  • 40 fabbriche alimentari
  • 45 punti ristoro, tra chioschi e ristoranti

Anche se l’apertura di Fico Bologna è fissata per la giornata di oggi, lo staff Gico Systems ha partecipato alla pre-inaugurazione avvenuta nella giornata di ieri. Un’anteprima esclusiva, nella quale abbiamo potuto scoprire alcuni punti salienti del parco bolognese:

Fico Bologna: la biodiversità

Il punto di partenza della nostra ricchezza enogastronomica è la biodiversità. L’Italia è infatti uno dei paesi con la più ricca biodiversità al mondo.

All’interno di Fico Bologna si vuole dare un assaggio di questo elemento, facendo scoprire la grande varietà del nostro paese. Per questo ben 20mila metri quadri del parco alimentare sono dedicati a campi e coltivazioni.

Fico Bologna: il cibo dal campo alla forchetta

Lo slogan di Fico Bologna è “il cibo dal campo alla forchetta”. Questo significa rappresentare la filiera agroalimentare ripercorrendo la storia di ogni prodotto.

Il focus è quindi sul “dietro le quinte “di ciò che mangiamo, un approccio totalmente opposto a quello del food moderno. Che sia in tavola o in televisione, spesso ci si concentra troppo sul risultato finale, dimenticandosi quali sono gli elementi nascosti dietro a ogni singolo prodotto. Nel parco vengono raccontati questi elementi e questa storia.

Fico Bologna: Le filiere

Uno dei leitmotif di Fico Bologna sono le filiere di produzione, nello specifico il parco accoglie la filiera della carne, la filiera latteo-casearia, la filiera dei cereali, la filiera ortofrutta e conserve, la filiera dei dolci, la filiera bevande e condimenti.

Questo fa sì che le varie fabbriche alimentari siano suddivise in base alla filiera di appartenenza: ad esempio quelle di formaggi nella filiera latteo-casearia, quelle di cioccolato nella filiera dei dolci, quelle del vino nella filiera delle bevande e così via.

Al contrario, i chioschi e ristoranti di Fico Bologna sono distribuiti per tutto il parco in maniera abbastanza omogenea e senza vincolo con la filiera di appartenenza. Questo significa, ad esempio, che un chiosco che cucina carne non sarà per forza inserito nella filiera dedicata alla carne.

 

I NOSTRI SERVIZI PER AZIENDE AGROALIMENTARI

 


INVIACI UN MESSAGGIO

Il nostro team di esperti è pronto a risponderti sempre per qualunque necessità ed informazione.

Grazie ad uno staff tecnico altamente specializzato, siamo in grado di offrire un supporto personalizzato su scala nazionale. Gico Systems è infatti presente in tutta Italia e di recente ha potenziato la sua presenza locale con le nuove sedi di MilanoVeneziaFirenzeRoma e Taranto.