L’afa e le alte temperature estive rappresentano le condizioni ideali per la proliferazione delle mosche. Questi insetti, appartenenti all’ordine dei ditteri, presentano un’altissima capacità di adattamento, tanto da essere presenti in tutti i tipi di ambienti, esclusi quelli degli abissi marini.


Accade spesso di associare il termine “mosca” alla Musca domestica, specie cosmopolita e diffusissima negli ambienti frequentati dall’uomo. In realtà esistono moltissime tipologie di “mosca”, anche se per somiglianza fisica e comportamento si tende a semplificare e ad identificare qualsiasi dittero con questo nome.

Cosa attrae le mosche?

Le mosche percepiscono sensazioni visive ed olfattive molto forti e questi sensi guidano l’insetto nella scelta del luogo di posa. Sono generalmente attratte da qualsiasi cibo solido o liquido, anche se non avariato. Si tratta di un insetto molto prolifico e durante la sua vita è in grado di deporre fino a 1000 uova, prediligendo per il luogo di deposizione materiali caldi e umidi.

 

SCOPRI I NOSTRI SERVIZI DI DISINFESTAZIONE

 

Come eliminare il problema delle mosche?

Anche in questo caso, i rimedi fai da te non sono completamente risolutivi: ad esempio, infastidire le mosche a livello olfattivo non sempre funziona.
Si possono però applicare strategie più efficaci, come:

  • la cosiddetta difesa passiva, che consiste nel limitare l’ingresso delle mosche nell’edificio attraverso l’installazione di sistemi di difesa meccanica come zanzariere, flussi di aria o bande mobili in corrispondenza delle entrate
  • lotta integrata, ovvero l’attuazione simultanea di diverse tecniche per neutralizzare le mosche nei vari stadi di vita (larva, pupa, adulto). Da questo punto di vista, è importante coordinare le diverse attività per l’ottenimento del risultato: ad esempio la corretta gestione ambientale (pulizia strade e smaltimento dei rifiuti) è fondamentale per eliminare i focolai e quindi ridurre l’impiego di mezzi chimici
  • lotta biologica, che prevede l’impiego di insetti antagonisti (parassitoidi o predatori) che vanno ad attaccare gli esemplari pre-adulti di mosca.

L’utilizzo di formulati insetticidi per il trattamento delle mosche è da considerarsi come una soluzione integrativa a quanto sopra elencato. Chiunque effettui un trattamento utilizzando prodotti chimici deve usare le dovute precauzioni e porre attenzione a non contaminare l’ambiente e le persone. Per questo motivo si consiglia di chiamare ditte professioniste di disinfestazione, che possono consigliare il metodo migliore per eliminare il problema delle mosche.

 

Disinfestazione per aziende del settore agroalimentare.

Affidarsi ad un professionista diventa fondamentale se l’infestazione riguarda ambienti dove si producono e lavorano prodotti alimentari. Nell’industria agroalimentare le mosche sono attratte dalle sostanze zuccherine o da liquidi percolanti. La presenza di mosche in questi ambienti è deleteria, poiché esse sono serbatoio di agenti patogeni quali ad esempio virus, protozoi e funghi

Questo tipo di infestazioni sono difficilmente controllabili e per limitarle è necessario attuare un programma di lotta efficace ed integrata che implicala determinazione della specie di appartenenza delle mosche, lo studio ecologico dell’infestazione e la dettagliata conoscenza del ciclo biologico di questi insetti per agire massimizzando i risultati.

 

CONTATTACI PER SERVIZI DEDICATI ALLE AZIENDE

 

In tutti questi casi potete rivolgervi a tecnici esperti con una comprovata professionalità ed esperienza. Gli operatori di Gico Systems, ditta di disinfestazione con sede a Bologna, Milano, Venezia, Roma, Taranto e Firenze, si occupano di disinfestazione mosche da 20 anni e sono a disposizione per qualsiasi richiesta di preventivo e sopralluogo.