L’invasione delle cimici asiatiche o cimici cinesi è tornata. E crea disagi nelle abitazioni, oltre a mettere in pericolo coltivazioni agricole e raccolti. Come eliminarle? Abbiamo stilato un piccolo vademecum sul problema cimici asiatiche, perché come sempre la conoscenza dell’infestante è la miglior difesa.


Da dove vengono le cimici asiatiche?

La prima cosa da sapere è come è stata possibile questa invasione da parte delle cimici asiatiche.

L’Halyomorpha halys meglio conosciuta come cimice marmorata, cimice asiatica o cimice cinese, è uno dei nuovi insetti arrivati nel nostro paese negli ultimi anni. Pericoloso per i raccolti ma innocuo per l’uomo, può creare disagi in genere.

Avvistate per la prima volta nel 2012 nelle campagne modenesi,  le cimici cinesi sono frequenti soprattutto nel Nord Italia, anche se stanno allargando sempre di più il loro raggio d’azione. Ma come sono arrivate è perché vengono?

Una delle “colpe” è da attribuire al mercato globale in espansione; è infatti molto probabile che le cimici cinesi siano arrivate da noi nascoste tra le merci che giornalmente partono dal continente Asiatico direzione Europa e che, favorite da un clima sempre più mite, stiano proliferando nelle campagne del Bel Paese.


Ti potrebbe interessare ancheInvasione di cimici, cosa fare?


Di cosa si nutrono le cimici “marroni”

Per capire cosa attira le cimici “marroni” bisogna conoscerne la biologia.

La cimice asiatica si differenzia da quella comune per dimensioni e colore: è più grande (1,5-1,7 cm) e non presenta un colore uniforme (grigio-marrone). Nei paesi di origine ha tra le 4 alle 6 generazioni all’anno; nelle zone con climi meno miti le generazioni scendono fino ad una, in Italia se ne hanno in genere due.

Le cimici cinesi nei primi mesi estivi si nutrono di piante e soprattutto di frutti; è per questo che i luoghi più sensibili alle invasioni di cimici asiatiche sono spesso le aree di campagna e di coltivazione agricola.

Nello stesso periodo si accoppiano e le femmine depongono le uova in numero variabile tra le 20 e le 30. L’insetto raggiunge lo stadio adulto in agosto-settembre e nelle 5 fasi di sviluppo passa da un colore rosso giallastro con striature nere al colore marmorizzato/marrone dell’esemplare pienamente sviluppato.

Dove vanno le cimici durante l’inverno

Nei mesi più freddi l’invasione delle cimici cinesi si sposta dai campi ai magazzini e alle abitazioni.

Gli esemplari adulti si aggregano e cercano di ripararsi dal freddo creando delle vere e proprie colonie che invadono le case e le strutture vicino alle campagne.

I rimedi contro le cimici asiatiche

Come abbiamo spiegato, le cimici cinesi non sono pericolose per la salute dell’uomo quanto piuttosto per i raccolti. Esistono vari modi per eliminarle, proviamo a fare un po’ di chiarezza:

No Disinfestazione chimica: i prodotti chimici non sono utili per risolvere il problema delle cimici asiatiche, si inquina solo l’ambiente e non si hanno risultati.

Utilizzo zanzariere: è il modo più semplice ma forse più efficace per allontanare le cimici da casa.

Paletta e secchiello: il consiglio che viene anche dalle indicazioni degli enti regionali è quello di raccoglierle con paletta, metterle in un secchio con detersivo e smaltirle nei rifiuti organici.

 

I rimedi ecologici

Ultimamente sono stati scoperti dei metodi alternativi per allontanare le cimici asiatiche. Il primo è stato quello di trovare un insetto antagonista l’ “Ooencyrtus telenomicida”, che avrebbe la funzione di fare da parassita per le uova delle cimici cinesi. Purtroppo questa specie di imenottero non è autoctona in Italia e, essendoci un divieto di introduzione di specie o popolazioni non stanziali, non è possibile utilizzarla.

Un rimedio utilizzabile esiste comunque. Sono state rilasciate le autorizzazioni per l’utilizzo di quattro principi attivi: Etofenprox, Fosmet, Lambdacialotrina e Clorpirifos metile per trattare e prevenire le infestazioni di cimice asiatica sugli alberi da frutto più “abitati” da questi insetti orientali (ciliegio, susino, melo, albicocco, actinidia, pero, pesco, cotogno, nespolo).


INVIACI UN MESSAGGIO

Il nostro team di esperti è pronto a risponderti sempre per qualunque necessità ed informazione.

Grazie ad uno staff tecnico altamente specializzato, siamo in grado di offrire un supporto personalizzato su scala nazionale. Gico Systems è infatti presente in tutta Italia e di recente ha potenziato la sua presenza locale con le nuove sedi di MilanoVeneziaFirenzeRoma e Taranto.