Nonostante le temperature ancora non propriamente estive, non è troppo presto per pensare alla disinfestazione delle zanzare: lo dimostrano i recenti casi di febbre Dengue a Bologna e Pistoia, provocati proprio dalla puntura delle zanzare.


 

Già lo scorso anno si erano registrati dei casi di Dengue Fever (a dimostrare che quelli del 2018 non sono casi rari o unici) e avevamo spiegato che cos’è la febbre Dengue e come si contrae. Ci basti ricordare che, sebbene si tratti di una malattia tipica delle zone tropicali dov’è presente la zanzara Aedes aegypti (specie non riscontrabile in Italia), questo virus si trasmette anche tramite le zanzare tigre, molto diffuse sul nostro territorio.

 

Febbre Dengue: i casi del 2018 e come comportarsi contro il contagio.

I casi di Bologna

Le quattro persone che hanno contratto il virus e che sono state ricoverate all’Ospedale Sant’Orsola, hanno contratto la malattia durante una vacanza alle Maldive.

Il Dottor Luciano Attard, Responsabile del “Percorso del Paziente con Malattie Infettive ad Alta Trasmissibilità e delle Emergenze Infettivologiche” al Policlinico S. Orsola-Malpighi, intervistato da BolognaToday, conferma che la Dengue Fever è una malattia di importazione, trasmessa da zanzare che solitamente non sono presenti nel nostro territorio. La malattia, però, importata nel nostro Paese da persone e merci, può essere trasmessa anche dalla zanzara tigre.

febbre-dengue-bologna-2018 Febbre Dengue: nuovi casi a Pistoia e Bologna

Ospedale Sant’Orsola di Bologna

Il caso di Pistoia

Anche per quanto riguarda il caso di Pistoia, la persona che ha contratto il virus proveniva da un viaggio all’estero. Il paziente è già stato curato e dimesso, ma il lavoro non è terminato con la cura della persona che ha contratto il virus: le autorità hanno dovuto effettuare una disinfestazione di emergenza nella zona di residenza del malato.

La malatta, infatti, rimane in circolo nel sangue del malato per un periodo che va da 2 a 7 giorni. In questo periodo, se chi è infetto vene punto, la zanzara può trasmettere la malattia ad altre persone. E’ importante, quindi, agire tramite la disinfestazione delle zanzare.

 


Non aspettare che le zanzare infestino la tua azienda o la tua casa: richiedi il preventivo per un trattamento larvicida

DISINFESTAZIONE LARVICIDA ZANZARE


 

Quando preoccuparsi?

Il Dottor Luciano Attard raccomanda di farsi controllare se, venendo da viaggi in paesi tropicali, si accusano sintomi quali febbre, dolori articlari e muscolari, eruzioni cutanee e cefalea.

 

Esistono dei vaccini?

I vaccini esistono, in quanto la malattia è molto diffusa in alcuni paesi quali Filippine, El Salvador, Messico e Brasile, ma non è stato riconosciuto come sicuro e non viene utilizzato in Europa e USA.

 

Come ci si può proteggere?

Viaggiando in paesi a rischio, la miglior prevenzione è l’uso di repellenti, vestiti protettivi, zanzariere e tende. Per sconfiggere la diffusione del virus nel nostro Paese, invece, il metodo migliore è la lotta sistematica e continuativa alla zanzara tigre, attraverso interventi contro le nuove nascite (disinfestazione larvicida) e contro gli adulti (disinfestazione adulticida).

 


Gico Systems, con le sedi di Bologna, Milano, Venezia, Taranto, Firenze e Roma, effettua trattamenti di disinfestazione zanzare su tutto il territorio nazionale.

La primavera è il periodo ideale per procedere alla disinfestazione delle uova di zanzara prima che si schiudano e prima che le zanzare diventino un fastidio e un pericolo.

DISINFESTAZIONE LARVICIDA ZANZARE